Disinfestazione con tecnica ecologica contro zanzare e processionarie

L’adozione di tecniche di disinfestazione efficaci e sicure è essenziale per chi deve combattere contro zanzare processionarie.

Utilizzare una strategia efficace, significa minimizzare ed eliminare i fastidi e i pericoli associati alla presenza di questi insetti. Per quanto riguarda le zanzare comuni, il principale effetto da contrastare è il prurito causato dalle punture e, in particolar modo, dalla sostanza che viene iniettata dall’insetto.

Le zanzare possono essere di vari tipi e, in alcuni casi, potenzialmente nocive per la salute dell’uomo. La processionaria, invece, è un insetto che aggredisce le piante e rappresenta un pericolo anche per l’uomo; i suoi peli, infatti, sono urticanti e possono scatenare una reazione allergica più o meno intensa. Ricordiamo che zanzare e processionarie sono pericolosi anche per gli animali. Partendo da questi presupposti, si intuisce quanto sia importante procedere con una corretta disinfestazione degli ambienti interni ed esterni.

2017 disinfestazione processionaria novara

Le soluzioni da prendere in considerazione sono diverse e variano in base all’entità del problema, al tipo di insetto da eliminare e all’obiettivo che si vuole raggiungere. Una tecnica moderna, efficace e soprattutto ecologica è rappresentata dalla lotta alle zanzare con CO2. Le apparecchiature che consentono di disinfestare gli spazi con anidride carbonica possono essere noleggiate oppure acquistate; anche in questo caso, occorre valutare quali siano le proprie esigenze e la frequenza della disinfestazione. Le apparecchiature più moderne offrono la possibilità di gestire aree di ampie dimensioni, come giardini e spazi all’aperto. Una delle tecniche maggiormente efficaci consiste nell’attirare le zanzare simulando il respiro umano; in tal modo, infatti, gli insetti non percepiscono la trappola e non tendono ad allontanarsi dal macchinario. Il risultato è garantito da studi scientifici: è già stato dimostrato, infatti, come alcuni insetti, tra i quali proprio le zanzare, siano attratti dall’anidride carbonica prodotta tramite la respirazione. Grazie a questa traccia, le zanzare riescono a rilevare la presenza dell’uomo e a pungerlo. Per poter disinfestare un ambiente dall’attacco delle zanzare, perciò, è sufficiente produrre CO2, ad esempio attraverso la conversione catalitica del propano, e catturare gli insetti che si avvicinano. Scegliere un'apparecchiatura all'avanguardia, significa liberarsi di zanzare e processionarie con una tecnica ecologica. Comunità Giovanile Lavoro sarà al tuo fianco con professionalità ed esperienza.

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze.