Premio imprenditoria femminile 2018

Il giorno 18 Dicembre 2018 alla Camera di Commercio di Novara si sono tenute le premiazioni per il concorso Impresa Femminile Singolare, giunto alla settima edizione e organizzato dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile in collaborazione con l’Ente camerale e la Consigliera di Parità e con il patrocinio di Provincia e Comune di Novara.

Prima della consegna dei premi sono stati effettuati alcuni interventi informativi sull’andamento delle attività produttive e dell’imprenditoria femminile a Novara e provincia insieme ad alcune considerazioni importanti.

La Dott.ssa D’Ercole ha ricordato che, nonostante gli sforzi, l’Italia e di conseguenza la provincia di Novara deve fare ancora molto per sostenere l’imprenditoria femminile. A Novara il 23% circa delle imprese attive è a conduzione femminile, un dato significativo ma che appare stazionario ormai da alcuni anni.

Anche la prof.ssa Silvana Moscatelli con il suo intervento auspica un rilancio delle imprese rosa e ha focalizzato l’attenzione sull’importanza di fare analisi per comprendere le reali esigenze delle donne e sostenerle nel non facile percorso imprenditoriale.

Infine, Anna Ida Russo, presidente del comitato, ha sottolineato come molte volte è la mancanza di tempo a essere un problema per le donne imprenditrici e che il comitato vuole supportarle a partire dalla prima forma di aiuto, offrendo loro strutture e servizi a cui appoggiarsi e investendo nella formazione.

Tutte le vincitrici avranno come premio un percorso formativo, spesso di non facile accesso viste anche le dimensioni delle imprese.

Tornando ai premi, sono stati consegnati i seguenti:

  • responsabilità sociale legata con focus sulla difesa dell’ambiente: consegnato a “Azienda agricola Madonna dell’Uva” di Elena Zanetta
  • valorizzazione del territorio: riconosciuto a “Via del Cashmere” di Orentina Cafasso
  • attività originale e adozione di strumenti innovativi: consegnato a “SPA…ssosissimo Bau” di Marina Gioria

 

Premio impresa femminile singolare 2018

 

Inoltre, sono stati consegnati due ulteriori premi: quello per la miglior manager donna, andato a Raffaella Bisconti di Ortofood srl, e per il miglior progetto di responsabilità sociale d’impresa (CSR) che ha visto come destinataria, con grandissima soddisfazione, la nostra cooperativa.

La nostra vicepresidente Anna Laura Boscolo difatti ha gestito direttamente per la Cooperativa Sociale Comunità Giovanile Lavoro il primo progetto nella provincia di Novara di prevenzione dei tumori femminili in azienda, aderendo al progetto più ampio della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

La dott.ssa Giuseppina Gambaro, presidente della LILT Novara Onlus, e Anna Laura Boscolo hanno illustrato le fasi principali del progetto iniziato nel 2017, sviluppato in tutto l’anno successivo e che continuerà per il 2019.

Il progetto ha offerto alle dipendenti della Comunità Giovanile Lavoro la possibilità di compiere visite senologiche oltre all’opportunità importante di seguire conferenze divulgative sui temi della prevenzione dei tumori e dei corretti stili di vita. Il grande interesse dimostrato negli incontri conferma che il binomio lavoro-salute è un tema sentito dalle imprese. Molte lavoratrici difatti intraprendono in maniera autonoma percorsi di prevenzione e vedono dunque con favore la possibilità di accedere ai servizi specialistici resi disponibili dai medici e volontari LILT: il valore aggiunto di questo progetto è stato e sarà l’attenzione a diffondere una cultura condivisa della salute che parta dai luoghi di lavoro, perché quando si vive bene si lavora meglio e viceversa.

Infine, elemento significativo e decisamente positivo, lo screening effettuato ha evidenziato a livello preventivo alcuni casi su cui è stato necessario approfondire in seguito.

(Gennaio 2019 - © Dario Panno)

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.