Le regole per un prato perfetto

Per ottenere un prato verde e ben idratato basta mettere in atto poche ma specifiche regole che riguardano l'irrigazione. Soprattutto durante i mesi più caldi, l'erba dei nostri giardini tende a ingiallire e perdere brillantezza, rischiando di seccarsi. Per evitare che ciò accada, sarà quindi opportuno seguire alcuni accorgimenti.

Strumenti e modalità di irrigazione

Poiché l'erba del prato è dotata di radici molto corte, non riesce a usufruire dell'acqua proveniente dalle falde acquifere. Di conseguenza, per garantire il giusto livello di idratazione è necessario utilizzare l'irrigazione artificiale. Un buon impianto di irrigazione può essere facilmente programmato in base alla stagione, alla qualità del terreno e alla sua esposizione.
In caso non si possieda un irrigatore e le dimensioni del prato siano ridotte, si potrà invece optare per una semplice pompa estendibile con spruzzatore.

Come scegliere il momento migliore

Per sapere quando eseguire l'irrigazione del prato, i professionisti del verde spesso interpellano il servizio agrometeorologico appartenente alla propria regione, in grado di notificare quello che è il tasso di evapotraspirazione dei giorni precedenti.
La quantità d'acqua utilizzabile per irrigare il terreno dovrà corrispondere, all’incirca, a quella evaporata durante il giorno precedente. Più le temperature saranno alte, maggiore sarà la quantità d’acqua evaporata dal suolo, di conseguenza maggiore sarà anche la quantità d'acqua che si dovrà impiegare per l'irrigazione.

Quantità d’acqua e tipo di terreno

La quantità d'acqua che si andrà ad utilizzare per l’irrigazione del prato dipenderà dalla stagione e dal clima - con o senza pioggia, vento, umidità, ecc. Tuttavia, la situazione climatica non è l’unico elemento che influenza la quantità d’acqua da utilizzare per l’irrigazione.

Infatti, bisogna tenere in considerazione anche la tipologia del terreno da irrigare. Un terreno sabbioso, più permeabile, tratterrà meno acqua e quindi andrà irrigato con più frequenza, diversamente da un terreno argilloso che invece tende a mantenere più a lungo l'umidità.
Durante il periodo estivo, il fabbisogno idrico giornaliero di un prato è approssimativamente di 5 litri al metro quadro. Questa quantità dovrà però essere adeguata, incrementandola nei periodi di siccità e di forte vento o riducendola quando il clima risulta essere più temperato o variabile.

Comunità Giovanile Lavoro dispone delle attrezzature e delle conoscenze tecniche necessarie per progettare e realizzare un servizio di irrigazione adeguato a qualsiasi tipologia di terreno. Il tuo prato verde a Novara.

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.